Note di giurisprudenza

  • Commenti diffamatori e responsabilità civile dei parlamentari, in Giurisprudenza costituzionale, fascicolo 1-1987.
  • La Corte e la “giurisprudenza” parlamentare in tema di immunità: affermazioni di principio o regola del caso concreto?, in Giurisprudenza costituzionale, fascicolo n. 10-1988.
  • La Corte e la “giurisprudenza” parlamentare in tema di immunità, in La legislazione penale, n.2-1989.
  • Immunità dei consiglieri regionali e conflitto di attribuzioni: una pronuncia di inammissibilità inevitabilmente ambigua, in Giurisprudenza costituzionale, fascicolo n. 5-1989.
  • I diritti del deputato senza gruppo parlamentare in una recente sentenza del Bundesverfassungsgericht, in Giurisprudenza costituzionale, fascicolo n. 6-1989.
  • Principio di unità dell’ordinamento e retroattività irragionevole della legge regionale, in Giurisprudenza italiana, fascicolo n. 1-1992.
  • Consiglio “nuovo” fa “nuova” la legge? Intorno alla discontinuità dei Consigli regionali ed al principio costituzionale di rappresentatività, in Giurisprudenza italiana, fascicolo n. 4-1992.
  • I referendum consultivi regionali, la nozione di procedimento e le esigenze del diritto costituzionale materiale, in Giurisprudenza costituzionale, fascicolo n. 6-1992.
  • Valore del titolo della legge per la determinazione dell’intentio legislatoris e controllo di razionalità, in Giurisprudenza costituzionale, fascicolo n. 4- 1993.
  • L’impossibile costituzione del pubblico ministero nel giudizio in via incidentale, in Giurisprudenza costituzionale, fascicolo n. 4-1995.
  • Sfere relazionali” riservate a Parlamento e Magistratura e attribuzioni individuali del singolo parlamentare: una distinzione foriera di futuri sviluppi?, in Giurisprudenza costituzionale, fascicolo n. 3-1998.
  • La legge di sanatoria non è onnipotente: un’ammissione importante in nome del “giusto procedimento” e degli artt. 24 e 113 Cost., in Giurisprudenza costituzionale, fascicolo n. 3-1998.
  • Brevi spunti comparatistici (a futura memoria) sul trattamento parlamentare dell’insindacabilità, in Giurisprudenza costituzionale, fascicolo n. 4-1998.
  • La Corte, il legislatore ordinario e quello di revisione, ovvero del diritto all’ultima parola al cospetto delle decisioni d’incostituzionalità, in Giurisprudenza costituzionale, fascicolo n. 6-1998.
  • Il consigliere regionale che legge il giornale è pubblico ufficiale? Digressioni sulla discutibile motivazione di una sentenza (forse) giusta, in Le Regioni, n. 2-1999.
  • L’ordine della discussione davanti alla Corte di Cassazione, il diritto di difesa e le garanzie del
  • “giusto processo”, in Giurisprudenza costituzionale, fascicolo n. 5-1999.
  • Il corpo elettorale regionale non è propulsore dell’innovazione costituzionale?, in Giur. cost., n. 5-2000.
  • L’insindacabilità non copre gli insulti anche se collegati a battaglie politiche, in D&G – Diritto e giustizia, n. 23 del 16 giugno 2001.
  • La funzione unitaria del parlamento nazionale e la revisione del titolo V, in Giur. Cost., 2002, 884 e ss.
  • L’insindacabilità “di gruppo” e le oscillazioni della Corte costituzionale, in Giurisprudenza costituzionale, n. 3-2005, pp. 1717-1720.