Nicolò Zanon inaugura il primo appuntamento dei “Lunch Seminars di Giustizia costituzionale”

L’incontro dell’11 luglio 2019 presso l’Università degli Studi di Milano, in via Festa del Perdono, ha inaugurato il ciclo dei “Lunch Seminars di Giustizia costituzionale”, promosso dal Dipartimento di diritto pubblico, italiano e sovranazionale e dagli allievi di Nicolò Zanon. Presso la Sala seminari del dipartimento, gli studenti si sono confrontati con Francesca Biondi, docente di Diritto costituzionale dell’Università degli Studi di Milano, su un tema da sempre delicato e oggetto di ampi confronti tra giuristi e forze politiche: l’autorizzazione all’utilizzo delle intercettazioni e dei tabulati telefonici relativi a membri del Parlamento.

La formula prescelta per lo svolgimento dei seminari prevede, dopo l’introduzione di un esperto in materia, un confronto aperto tra i partecipanti che coinvolga direttamente anche gli studenti, ai quali gli incontri sono esplicitamente aperti.
Il “Lunch Seminar di Giustizia costituzionale” che si è svolto giovedì 11 luglio è stato intitolato “Il parlamentare e l’autorizzazione all’utilizzo delle intercettazioni e dei tabulati telefonici”. Nicolò Zanon, docente di Diritto Costituzionale presso l’Università degli Studi di Milano e Giudice della Corte costituzionale, ha preso parte al dibattito. Il Dipartimento di diritto pubblico italiano e sovranazionale si occupa del coordinamento e della promozione della ricerca scientifica, individuale e di gruppo, oltre a contribuire alla gestione della didattica nell’ambito delle scienze giuridiche ad esso pertinenti.

Per maggiori informazioni:
lastatalenews.unimi.it/via-lunch-seminars-giustizia-costituzionale

nicolò zanon