Difensori Civici: Nicolò Zanon partecipa al seminario online dell’Università degli Studi di Trieste

“Chiarire ed aiutare”: è il binomio più importante da tenere a mente durante il complesso periodo della ripartenza, costellato da incertezze nelle normative e da un generale ripensamento della gerarchia dei valori. Proprio di questo e della controversa figura del Difensore Civico si è occupato il seminario online intitolato “Il Difensore Civico: non solo salute. Strumenti per ripartire”. Al webinar, organizzato dall’Università degli Studi di Trieste in collaborazione con il Difensore Civico FVG e l’Associazione Avvocati Amministrativisti FVG, ha partecipato anche Nicolò Zanon in qualità di relatore.

C’è urgente bisogno di “chiarire” il dato normativo, spesso complesso e confuso a causa di interventi regionali diretti. È necessario inoltre “aiutare” a trovare l’interlocutore adatto per esercitare i propri diritti. Protagonista della “Fase 2” è la figura del Difensore Civico, che deve essere in grado di raccogliere le esigenze del cittadino, mettere da parte il fattore emotivo per filtrarle e infine tradurle in termini giuridici, per poi riportarle agli uffici di competenza. Costui deve essere la figura di supporto al legislatore, che a sua volta si avvale del Difensore Civico per comprendere la temperatura sociale.

Il seminario online affronterà inoltre il problema dell’intervento del Difensore nel procedimento amministrativo, per comprenderne la rilevanza. Il webinar si è tenuto giovedì 4 giugno. In seguito ai saluti istituzionali, Nicolò Zanon ha preso parte alla discussione affiancato da altri esperti, docenti e Difensori Civici.